NEWS

CATANIA, Tacopina rompe gli indugi: "Si, voglio il club!"

02.09.2020 23:43

 

Joe Tacopina svela le proprie intenzioni. Il finanziere americano vuole rilevare il Calcio Catania.

Nei giorni scorsi Tacopina ha incontrato i vertici si SIGI, la società che ha evitato il fallimento del club etneo e in serata ha voluto precisare le proprie intenziooni tramite una nota stampa:

Con la massima chiarezza nei confronti dei tifosi del Catania e in segno di rispetto nei confronti dei numerosi giornalisti che mi hanno contattato, concludo il mio breve ma intenso viaggio in Sicilia con questa nota, ringraziando la SIGI, il Calcio Catania e in particolare Gaetano Nicolosi per l’apertura e l’accoglienza che ho ricevuto.
Non c’è alcun mistero e non sono stati necessari fiumi di parole per capirci. Ho manifestato chiaramente alla SIGI il mio interesse ad acquisire quote del Calcio Catania.
Torre del Grifo è un gioiello, ho avuto modo di visitare la struttura ed è davvero un’eccellenza, ma il mio interesse non si limita al centro sportivo, riguarda il club e non semplicemente un suo asset.
Credo fermamente nelle potenzialità del Calcio Catania e ne conosco la storia, sono ambizioso ma un investitore serio, e il calcio ha bisogno di investitori seri. Il processo di revisione della situazione finanziaria è molto complicato a causa dei debiti assunti in passato, dunque ogni aspetto deve essere valutato con estrema attenzione, prima di formulare una proposta concreta.
Una proposta può prevedere molte opzioni. Per capire quale sia quella giusta si tratta di comprendere a fondo tutti i risvolti economici necessari per valutare un piano di rilancio. Per questo non abbiamo ancora formulato un’offerta ma, con la piena disponibilità della SIGI e del Calcio Catania, stiamo svolgendo la due diligence.
In un mese circa a partire da oggi, il mio team coordinato dall’avvocato Salvo Arena analizzerà tutte le questioni di rilievo relative all’azienda e infine mi prospetterà la situazione nella sua globalità. A quel punto, formulerò la mia proposta.
Nel frattempo, noi e la SIGI lavoreremo in silenzio, rispettando un patto di riservatezza che è stato firmato non per nascondere ma per agire con senso di responsabilità e per rispettare gli equilibri intorno al Calcio Catania e alla squadra, evitando un eccessivo clamore.
Il dialogo con Gaetano Nicolosi, con l’avvocato Giuseppe Augello e con gli altri componenti della SIGI è sempre cordiale e prezioso al fine di trovare insieme la soluzione migliore. È mia grande intenzione, insieme a Gaetano Nicolosi e alla SIGI, riportare il Catania agli alti livelli del calcio italiano.
La Sicilia è da sempre nel mio cuore, non solo per le mie origini ma anche perché i siciliani sono genuini e passionali. In questi giorni, ho ricevuto tanti messaggi e attestati di stima che mi hanno reso orgoglioso e molto felice, toccandomi profondamente. Non lo dimenticherò. Voglio essere chiaro, il mio interesse, entusiasmo e passione sono rivolti esclusivamente al progetto Calcio Catania
".

CATANIA, ecco il primo colpo: c'è Zanchi
FOGGIA, Capuano si presenta: "Possiamo fare un grande Foggia da subito"